Home Glossario Guida alle erbe: Aneto

Guida alle erbe: Aneto

2 min read
0
0
330
Tutte le proprietà dell'aneto
Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.

Come usare l’Aneto?

L’aroma, più piccante di quello del finocchio, ricorda quello dell’anice e del cumino.

Le foglioline più giovani e i germogli tritati finemente possono venire utilizzati per insaporire verdure cotte, carni, zuppe, mentre i semi andranno aggiunti a sottaceti e crauti conservati, per aromatizzare l’aceto e preparare un delicato burro composto.

Diffusione: viene da sempre coltivato come aromatica e si rinviene anche allo stato selvatico in pianura e collina.

Raccolta: i frutti, o semi, si raccolgono prima che assumano, a fine estate, il colore rossiccio della piena maturazione, poiche’ allora è più forte la presenza di olio essenziale e quindi più marcata la virtù aromatica.
I semi freschi risultano immangiabili.

Proprietà: contiene un olio essenziale dalle proprietà carminative (cioè evita la creazione e l’accumulo di gas) e vermifughe; la pianta è inoltre utile in caso di vomito e per aumentare la secrezione lattea.
I semi uniti al cibo facilitano la digestione e combattono l’aerofagia e il meteorismo.

Conservazione: separate i semi dalle ombrelle fatte essiccare, puliteli e lasciateli asciugare, poi teneteli in contenitori chiusi.

Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.
Carica gli articoli correlati
Leggi di più su Vivere Sani
Leggi di più in  Glossario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Quali sono le proprietà della curcuma?

Quali sono le proprietà della curcuma? La curcuma, anche chiamata zafferano indiano o spez…