Home Corpo Umano La circolazione del sangue e le emorragie

La circolazione del sangue e le emorragie

7 min read
0
0
564
La circolazione del sangue e le emorragie
Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.

Sangue e circolazione

Nel corpo di un adulto normale circolano da 5 a 6 litri di sangue.
Il sangue trasporta l’ossigeno e altre sostanze nutritive ai tessuti e ne riporta anidride carbonica e altri prodotti di rifiuto. Esso scorre attraverso una rete di condotti flessibili chiamati vasi sanguigni.
Le arterie trasportano il sangue che esce dal cuore. Sono i vasi più robusti e sono costituite da un tessuto muscolare elastico.

Quando il cuore spinge il sangue nelle arterie, la loro parete si dilata e ritorna poi alla sua forma.
Questa onda di pressione si chiama “il polso”.
Potete percepirlo nei punti in cui un’arteria passa in superficie e può essere compressa contro un osso, per esempio a livello del collo o del polso.

Le arterie si suddividono e diventano sempre più piccole e sottili man mano che si avvicinano ai tessuti, fino a formare dei capillari.

I capillari sono vasi sanguigni piccolissimi, costituiti solo da un sottile strato di cellule attraverso il quale avviene lo scambio di liquidi e gas con le cellule dei tessuti.
Poi i capillari via via si riuniscono e formano le vene.

Le vene riportano il sangue verso il cuore.
Le vene più piccole si riuniscono e diventano sempre più grosse, fino a formare due grosse vene che riportano il sangue nella cavità destra di raccolta del cuore (atrio destro).
Le vene non hanno la tunica elastica e il sangue venoso circola grazie alla pressione «di ritorno» e alla compressione dei muscoli del corpo.
Ecco perché nella parte inferiore del corpo le vene hanno delle valvole «a senso unico» a forma di saccoccia, che favoriscono il ritorno del sangue verso il cuore.

Emorragia

Quando vi tagliate, sanguinate perché la pressione all’interno dei vasi sanguigni spinge il sangue verso l’esterno.
Nell’emorragia arteriosa il sangue schizza al ritmo delle contrazioni del cuore ed è rosso vivo.
Nell’emorragia venosa il sangue cola con una pressione minore ed è di un rosso più scuro.
Nel sanguinamento capillare il sangue cola dolcemente.

Nel corpo esistono meccanismi interni che rallentano o bloccano spontaneamente l’emorragia.
Quando ci feriamo, i bordi tagliati del vaso sanguigno si ritraggono per ridurre la perdita di sangue e la pressione sanguigna cade.
Si formano dei coaguli che chiudono i vasi danneggiati.
Più il sangue scorre lentamente da una ferita, più facilmente si forma il coagulo, più il sangue sgorga velocemente, più il coagulo in formazione rischia di essere asportato.

Rischi legati ad una emorragia grave

In genere la perdita di 1/2 litro di sangue in un adulto non è rilevabile (esempio donatori di sangue), ma quando questa perdita supera 1 litro e 1/2, cioè circa un terzo del volume sanguigno, le conseguenze possono essere serie, perché non resta più abbastanza sangue per assicurare un apporto sanguigno sufficiente in tutto il corpo.
Se non agite subito per bloccare questa emorragia grave, può verificarsi uno stato di shock e anche la morte.

I sintomi e i segni di una emorragia grave sono dovuti in parte all’emorragia stessa ed in parte alla reazione dell’organismo ad essa; possono anche non essere tutti presenti.
Il volto e le labbra diventano pallidi e la cute diventa fredda e madida a causa di una costrizione dei vasi sanguigni della pelle, per dirottare il sangue verso gli organi vitali.

Per compensare la perdita di sangue, il polso diventa più rapido, ma più debole.
Se l’emorragia si prolunga, ci può essere una diminuzione dell’apporto di sangue al cervello, con conseguenti turbe della vista, vertigini, obnubilamento della coscienza e svenimento.
Inoltre il ferito può diventare ansioso, agitato e loquace.
L’emorragia può provocare una sensazione di sete, dovuta alla naturale necessità del corpo di reintegrare la perdita di liquido, e una fame d’aria, per sopperire alla mancanza di ossigeno.
Dovete agire rapidamente per arrestare ogni emorragia, ma con urgenza se l’emorragia è
. imponente
. arteriosa (sangue rosso vivo che schizza a intermittenza)
. prolungata.

Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.
  • come funziona la respirazione, la circolazione sanguigna e l'ossigenazione del sangue?

    Respirazione e circolazione sanguigna

    Come respiriamo La respirazione comprende tre fasi: Inspirazione Espirazione Pausa Quando …
Carica gli articoli correlati
Leggi di più su Vivere Sani
Leggi di più in  Corpo Umano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Quali sono le proprietà della curcuma?

Quali sono le proprietà della curcuma? La curcuma, anche chiamata zafferano indiano o spez…