Home Diete Centrifugati: perchè fa bene bere succhi di frutta e verdura freschi?

Centrifugati: perchè fa bene bere succhi di frutta e verdura freschi?

13 min read
0
0
426
Come scegliere bene la frutta e la verdura
Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.

I centrifugati di frutta e verdura fanno bene

La vita di oggi, specie per chi vive lontano dalla campagna, ci impone ogni giorno ritmi elevatissimi, fatti di orari e impegni sempre troppo importanti per essere rimandati e troppo spesso questo stile di vita va a discapito della nostra alimentazione.

Per evitare ritardi, o per incastrare impegni, si finisce troppo spesso a mangiare in qualche catena di fast food, dove consumiamo pasti pieni di troppi grassi, troppo sale, troppe salse.
E sicuramente li consumiamo anche in fretta, masticando pochissimo.

Un’alimentazione di questo tipo a lungo andare non può che provocare scompensi nutrizionali, carenze vitaminiche ed eccessi di sostanze dannose che vanno a depositarsi nel nostro corpo (grassi, colesterolo, sale), che inevitabilmente portano a problemi di salute.
Non è un caso che questo tipo di alimentazione venga chiamata “junk food”, ossia cibo spazzatura.
Più che di cibo, dovremmo parlare di “merce commestibile”, poichè altro non è che un serbatoio di ingredienti raffinati (zucchero, farine) e quindi ormai povero di qualsiasi sostanza nutritiva.

Parliamo di aromi sintetici a cui danno il nome di un frutto, anche se non ve ne è traccia, parliamo di conservanti chimici che ci permettono di mangiare quel prodotto anche mesi o anni dopo.
Tutto questo non vi sembra già un ottimo motivo per dedicarsi a qualcosa di più naturale e meno elaborato industrialmente?

Qui puoi trovare tutte le offerte su Estrattori di succo e Centrifughe.

Quali sono i principali motivi per cui i succhi di frutta e verdure fresche fanno bene?

Il gusto
Ben presto vi accorgerete che produrvi da soli i succhi di frutta freschi diventerà un vero e proprio hobby, di cui avrete bisogno anche per rilassarvi, sia durante la fase della preparazione, che dopo, quando vi gusterete quello che voi avete prodotto, valutandone il gusto, immaginando modifiche per la volta successiva, o nuovi accostamenti.

E questo aspetto dei possibili infiniti abbinamenti non è assolutamente un fattore secondario.
E’ infatti possibile creare succhi completamente personalizzati in base ai propri gusti, che non troveremo mai su nessuno scaffale.
Non potete immaginare quanto possa essere gradevole il sapore del succo di kiwi, prezzemolo e lime. Troppo forte? Troppo aspro? Provate ad aggiungere un cetriolo e vedrete che con il suo sapore neutro andrà a rendere il tutto più delicato.

Le combinazioni sono davvero infinite e ci si può sfiziare in tutti i modi.
Altro aspetto da non sottovalutare è la combinazione di sapori. Vi permetterà di assumere anche quelle verdure che magari non vi piacciono.
Piccolo esempio: Non amate i broccoli? Peccato perché sono dei potenti antitumorali!
E allora provate a metterli insieme a della frutta molto dolce come la pera… non vi sembrerà nemmeno essere presente nel succo, ma ne riceverete i suoi benefici.

Sono crudi
Qualcuno potrebbe obiettare che l’estrattore è del tutto inutile perché in ogni caso la verdura la mette nei piatti che cucina, ed è proprio qui il problema.
Il motivo forse più importante per cui dovremmo bere tutti i giorni succhi di frutta e verdura freschi è che sono crudi e quindi non sottoposti a procedimenti termici.

Questo ha un primo impatto enorme sulla presenza degli enzimi, che non sono più presenti nelle verdure cotte, in quanto alla temperatura di 54,4 gradi vengono completamente distrutti e pertanto li perdiamo.
Gli enzimi sono fondamentali nell’assimilazione delle vitamine e di tutti i nutrienti che assumiamo tramite la nostra alimentazione, perchè fungono da catalizzatori per le varie reazioni chimiche che avvengono all’interno del nostro corpo e ne regolano il corretto funzionamento e bilanciamento.

Stessa sorte capita alla maggioranza delle vitamine, soprattutto vitamina C e quelle del gruppo B (tutte fondamentali per il sistema immunitario).
Con la cottura perdiamo anche moltissima vitamina E ed i precursori della vitamina A, come ad esempio il betacarotene.
Proprio perchè sensibili al calore, queste vitamine sono anche dette termolabili o termosensibili.
Un piccolo esempio?

La carota, una volta bollita, contiene fino all‘80% in meno di vitamina C.

Il cavolo addirittura fino al 90% in meno.

In un succo invece ne assimiliamo il 100% di quella disponibile.

Le fibre
L’estrattore di succhi, a differenza di un frullatore, separa il succo vivo dalla polpa e quindi dalle fibre. Mettiamo subito in chiaro una cosa. Non solo le fibre non fanno male, ma non devono MAI mancare dalla dieta di ognuno di noi perché hanno un compito importantissimo a livello intestinale. Detto questo, potrebbe però esserci sempre qualcuno che per patologie o intolleranze varie, deve limitare l’assunzione di fibre.

Inoltre occorre anche sfatare un falso mito, e cioè che i succhi sono del tutto privi di fibre, perché così non è. Sono infatti presenti tutte le fibre idrosolubili, mentre solo quelle che non lo sono vengono scartate.
Con i succhi vivi pertanto, anche chi per diversi motivi non può assumere troppe fibre, può comunque attingere dal mondo della natura per tutti gli altri fondamentali elementi nutritivi.

Velocità di assimilazione e porzioni giornaliere
E’ ormai risaputo che frutta e verdura non vanno mai mangiate in concomitanza con carboidrati e amidi, e pertanto consumarli alla fine dei pasti è fondamentalmente sbagliato perché crea pesantezza, rallenta la digestione e crea fermentazione, che spesso causa anche gonfiore addominale, e le vitamine non vengono assimilate bene.

Altra cosa risaputa è che i medici e i nutrizionisti consigliano dalle 3 alle 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, e questo non sempre è possibile.
Ecco che un buon succo fresco di frutta e verdura può sopperire a tutti questi accorgimenti, perché possiamo assimilare le giuste porzioni di frutta e verdura e perchè, essendo molto nutriente, costituisce un ottimo spuntino di metà mattina o metà pomeriggio, da assumere lontano dai pasti.
Inoltre non contenendo fibre, non dà senso di pesantezza e quindi ci permette di assumerne quantità maggiori durante la giornata, permettendo così di arrivare anche alle 3-5 razioni consigliate.

Altra cosa da non sottovalutare, anzi da mettere assolutamente tra le più importanti, è che il nostro corpo impiega appena mezz’ora per assimilare tutte le sostanze benefiche di un succo, che abbiamo quindi immediatamente a disposizione. Questo evita l’impiego di tempi lunghi e dispendio di energie che la digestione del frutto intero, completo di fibre, richiede.

E’ classico l’esempio del sedano nel deserto. Se mangiassimo un sedano intero per rifornirci di sodio ed affrontare il gran caldo, il nostro corpo impiegherebbe circa un’ora per renderlo disponibile.
Il succo di sedano invece, viene assimilato in pochi minuti e quindi il sodio è immediatamente disponibile per darci benefici contro la calura.

Vi basterà pochissimo tempo per innamorarvi di questo hobby, perché inizierete a sentirvi meglio, farete la spesa con un altro spirito e sicuramente al tempo stesso, vi verrà spontaneo anche allontanarvi da quel cibo spazzatura che troppo spesso mangiavate, senza nemmeno rendervene conto, e che adesso guardate con orrore.

Ma non è tutto, anzi questo è solo l’inizio.
I benefici che possono derivare da questa semplice pratica non sono soltanto nella migliore nutrizione, nostra e della nostra famiglia. Nasce infatti anche un fattore psicologico appagante, che deriva dall’abitudine di ritagliarsi uno spazio nella giornata in cui non c’è fretta, non c’è frenesia, uno spazio in cui il tempo lo dedicate a voi e soltanto a voi. Al benessere fisico derivante da un ottimo succo di frutta e verdure crude e fresche, abbiniamo quindi un benessere mentale.

Qui puoi trovare tutte le offerte su Estrattori di succo e Centrifughe.

Fa un regalo a tutti i tuoi contatti: condividi con loro le regole per star bene.
Carica gli articoli correlati
Leggi di più su Vivere Sani
Leggi di più in  Diete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Quali sono le proprietà della curcuma?

Quali sono le proprietà della curcuma? La curcuma, anche chiamata zafferano indiano o spez…